• Scopri le altre aree tematiche di Insegnalo.it

  • Corsi online Premium Corsi in promozione

    Cerca per tipologia di Corso, Prodotto o Servizio

  • Clicca qui per chiedere supporto!

    Vuoi un consiglio? Hai dubbi su quale sia il corso più adatto alle tue esigenze?
    Hai incontrato problemi tecnici durante l'acquisto? Vuoi porci una domanda?
    Contattaci subito!

Strategie creative per affrontare la crisi
5.0/5 di voti (2 voti)

Strategie creative per affrontare la crisiIn cinese la parola crisi si pronuncia wei-ji e contiene sia l’ideogramma che significa ‘pericolo’ (wej) che l’ideogramma che significa ‘opportunità’ (ji), ed insieme formano il concetto di crisi.

Problema...opportunità. Stiamo vivendo un momento di cambiamento. E’ inevitabile, è prevedibile è davanti ai nostri occhi tutti i giorni. Stiamo attraversando una crisi funzionale all’evoluzione, in cui a nuovi contenuti devono corrispondere anche nuove forme.

Quando cresce la consapevolezza personale, quando mettiamo in atto l’apertura mentale necessaria per non lasciarci stregare dei terroristici richiami dei media al consumo compulsivo e alla passiva “rassegnazione all’evitabile”… ecco che anche lo stile di vita sentito come più adatto non è più quello promosso dalla pubblicità in televisione.

I cambiamenti ci saranno. Le attuali situazioni economica, sociale e ambientale ha già dato chiari segni di instabilità e a livello macro poco è stato fatto per prevenire e accompagnare possibili cedimenti nelle infrastrutture indispensabili allo stile di vita che oggi diamo per scontato. Riconoscere che qualcosa cambierà è un dato di realtà. Quanto lenti e graduali piuttosto che drastici e repentini saranno queste trasformazioni questo non è ancora dato sapere, ma nella misura in cui siamo preparati, potremo viverli senza apprensione, senza troppo disagio, con spirito creativo e di avventura: possiamo viverli insieme ad altri invece che da soli, possiamo attualizzare la nostra scala di valori, possiamo utilizzarli come opportunità per ridisegnare le nostre vite in modo più consono ai richiami profondi di ciò che siamo davvero. Un’ondata possiamo subirla o cavalcarla, questa scelta è solo nostra.

Questo è quello che ci ha motivato a creare questo percorso di diversi incontri destinati a prepararci a vivere la trasformazione in arrivo – e ci piace paragonarla a una primavera, che comporta anche l’inconveniente del disgelo – con spirito attivo, da protagonisti e non da comparse, da giocatori e non da vittime.

In questo primo webinar vogliamo affrontare l'argomento "crisi" sotto due aspetti molto importanti: quello psicologico, visto sotto la luce dell'Ecopsicologia e quello dell'alimentazione, visto dal punto di vista della coerenza alimentare.

La crisi come opportunità di trasformazione personale (Marcella Danon)
 Scegliere il proprio cibo consapevolmente (Roberto Favata)

Gratis

Iscriviti per ricevere informazioni sulle prossime edizioni:

Sostenibilità vuol dire vivere e gioire insieme
di Marcella Danon

Stanno succedendo cose bellissime nel nostro bel mondo verde e azzurro, ma semplicemente non le troviamo sui giornali né in televisione, ma i segnali sono ormai dappertutto per chi sa leggerli. La sbornia di 50 anni di petrolio sta per finire ma non sarà la fine del mondo perché nuove tecnologie intelligenti attendono da decenni nei cassetti, bloccate da lobbies di interessi che hanno finito col confondere il fine coi mezzi.

Ma sostenibilità non riguarda solo la tecnologia! E’ un concetto che implica la capacità di cambiare il proprio punto di vista su noi stessi e sul mondo. Richiede una comprensione profonda di un diverso tipo di logica – non più lineare, ma circolare – attenta alle connessioni, alle catene di causa effetto, alle leggi che regolano gli ecosistemi nei loro diversi livelli di grandezza, da quello interiore, psicologico, a quello familiare, sociale, urbano, ambientale, planetario.

Non siamo soli, nessuno di noi lo è e nessuno di noi, da solo, potrebbe sopravvivere in alcun modo. Viviamo in una fitta rete di relazioni e interdipendenze che rendono possibile la vita, questo particolare stato della materia, ancora poco compreso e dato per scontato, nella pia illusione che il mondo sia qui soltanto per noi sapiens, e magari solo per quelli di pelle bianca e con le scarpe di marca.

La sfida, il salto di qualità è ora quello di riconoscere di essere parte integrante del pianeta, di essere connessi a ogni altra forma vivente, è il momento di riappropriarci delle nostre radici terrestri e, contemporaneamente, della nostra autentica natura di individui, scoprendo di che cosa davvero abbiamo bisogno per essere felici. Quando risvegliamo in noi – e negli altri – la sensibilità alla bellezza, alla varietà, alla diversità, come fattore di vera ricchezza, tutta la nostra visione della vita cambia e tutte le nostre energie, di singolo, di gruppo e di società  si volgono alla ricerca di quelle modalità sostenibili che permettono di “vivere con”.

L’intelligenza, la fantasia e la progettazione possono così essere guidate verso forme di abitazione, lavoro,  convivenza improntate all’empatia e alla collaborazione, come unica modalità possibile per onorare il mistero e la magia dell’essere vivi, insieme a tante altre forme diverse dalla nostra, su questo bel pianeta alla periferia della Via Lattea. Questa è sostenibilità.

Condividi la pagina

Avvio Cron Job